LA PRESBIOPIA

È uno degli inconvenienti visivi più comuni, per tutta la popolazione, con il naturale invecchiamento dellíocchio. In particolare, è dovuto alla perdita di elasticità del cristallino con una conseguente ridotta capacità di focalizzare le immagini da vicino.

FISIOLOGICA INVOLUZIONE DEGLI OCCHI

Negli occhi dei giovani e dei bambini, il cristallino è molto elastico e consente di focalizzare perfettamente oggetti anche molto vicini agli occhi. Progressivamente, con il passare degli anni, il cristallino si irrigidisce e perde questa proprietà rendendo sempre più difficoltosa la visualizzazione delle immagini da vicino.

Dopo i 40-45 anni, come sanno bene i presbiti, è necessario quindi allontanare gli oggetti per riuscire a focalizzare correttamente. Questo processo progredisce sino ai 55-60 anni.

View Video

CURARE LA PRESBIOPIA

  • L’intervento di cataratta, ossia la sostituzione del cristallino opacizzato, è indubbiamente l’occasione ideale per correggere anche la presbiopia. Al posto del cristallino opacizzato, si inserisce una lente intraoculare (IOL) multifocale di elevatissima tecnologia che simula il cristallino dei giovani, consentendo nuovamente la perfetta messa a fuoco degli oggetti lontani e vicini.
  • Anche la chirurgia refrattiva con il laser ad eccimeri femto-LASIK o PRK è in grado di correggere la presbiopia. Nei pazienti di età superiore ai 40 anni sottoposti a correzione laser del difetto visivo, si utilizzano appositi algoritmi per compensare anche la presbiopia.