È una delle domande più frequenti che ci vengono fatte da aspiranti mamme e neomamme vogliose di eliminare gli occhiali. Ebbene, pare che tale mito sia squisitamente italiano!

Molto fortunatamente non esiste alcuna evidenza scientifica tra gravidanza o allattamento e peggioramento della miopia. Infatti, non è mai stata dimostrata la minima progressione di miopia o di altri difetti refrattivi con il parto o con l’allattamento. L’unica reale correlazione tra miopia e parto è la necessità di valutare attentamente la retina delle pazienti molto miopi (miopie superiori alle 8-9 diottrie) al fine di preferire un eventuale parto cesareo in luogo di quello eutocico nelle pazienti a rischio di rotture retiniche.

Durante la gravidanza può essere presente qualche minima variazione dell’acuità visiva: si tratta tuttavia di un fenomeno transitorio legato a sbalzi ormonali e di idratazione dell’occhio destinato a scomparire quando l’allattamento finisce.

Pare, inoltre, che tale dubbio (mito) sia esclusivamente italiano. Non esistono infatti report internazionali sull’argomento e, tantomeno, studi scientifici internazionali. Ciò poiché all’estero tale credenza popolare, semplicemente, non esiste.