L’occhio rosso è una spia di allarme del nostro occhio (o del nostro corpo) che può sottendere una molteplicità di situazioni patologiche che variano dalla mai banale congiuntivite a condizioni più gravi quali il glaucoma acuto o le malattie autoimmuni. Normalmente denota un’infiammazione della congiuntiva, ossia quella sottile membrana che riveste la parte bianca dell’occhio detta sclera. Nel contesto della congiuntiva, infatti, scorrono vasi sanguigni che possono dilatarsi anche notevolmente rendendo l’occhio visibilmente arrossato. Di seguito vediamo descritte le principali cause di occhio rosso.

CONGIUNTIVITE VIRALE

È una delle forme più comuni di occhio rosso ed è caratterizzata da occhi acquosi con prurito ed ipersensibilità alla luce. Possono essere affetti entrambi gli occhi poiché è altamente contagiosa e può diffondersi anche con tosse e starnuti. La terapia è perlopiù a base di steroidi topici associati ad antibiotici per limitare la sovrainfezione batterica.

CONGIUNTIVITE BATTERICA

congiuntivite batterica oculista brescia
È caratterizzata da un occhio con sensazione di palpebre incollate e con secrezioni
giallastre e verde-giallastre negli angoli degli occhi e dei fornici congiuntivali. Possono essere interessati uno o entrambi gli occhi poiché è contagiosa. Il contagio avviene normalmente per contatto con mani infette o oggetti venuti a contatto con gli occhi. Il trattamento è tipicamente a base di pomate o colliri antibiotici.

CONGIUNTIVITE ALLERGICA

Tale infiammazione presenta occhi acquosi, pruriginosi, con bruciore ed ipersensibilità alla luce spesso accompagnati da naso chiuso o colante. Entrambi gli occhi sono affetti, ma non è contagiosa. La terapia locale è a base di antistaminici eventualmente associati a steroidi.

EMORRAGIA SOTTOCONGIUNTIVALE

emorragia_sottocongiuntivaleÈ caratterizzata da una chiazza rossa piuttosto estesa e vistosa, che compare improvvisamente. È dovuta alla fuoriuscita da qualche capillare congiuntivale di una piccolissima quantità di sangue, che si estende anche notevolmente poiché schiacciato tra la membrana congiuntivale e tenoniana. Può verificarsi in soggetti ipertesi o che abbiano effettuato sforzi fisici, ed è in genere più frequente ed estesa in pazienti sottoposti a terapia anticoagulante o antiaggregante. Nei casi più limitati non richiede terapia, ma questa si rende necessaria qualora vi sia il pericolo di infezioni.

OCCHIO SECCO

È una delle più tipiche cause di occhio rosso, specialmente – ma non solo – nelle donne dopo la menopausa. La scarsità del film lacrimale determina una difficoltosa lubrificazione della superficie dell’occhio con progressiva sofferenza corneale e conseguente iperemia congiuntivale intorno alla cornea. È tipica la sensazione di corpo estraneo o di sabbiolina all’interno degli occhi. La terapia inizia dalla somministrazione di sostituti lacrimali di buona qualità e, in caso di necessità, può arrivare anche a terapia immunosoppressiva locale.

UVEITE

uveite oculista bresciaL’uveite è una malattia autoimmune degli occhi, che può essere associata ad altre condizioni autoimmuni come psoriasi o artriti. Nelle fasi iniziali può simulare una congiuntivite, ma è bene riconoscerla immediatamente poiché può avere conseguenze oculari anche molto gravi.

GLAUCOMA ACUTO

Il glaucoma acuto è una delle più temibili cause di occhio rosso e tipicamente si associa a visione annebbiata con aloni intorno alle luci ed eventuale dolore oculare, frontale, nausea e vomito. È dovuto ad un repentino ed enorme rialzo della pressione intraoculare e può instaurare rapidamente danni oculari irreversibili. È di fondamentale importanza iniziare il trattamento nel giro di poche ore.

In conclusione, l’occhio rosso è da considerarsi un’urgenza oculistica che richiede una attenta valutazione poiché può sottendere condizioni patologiche anche gravi. L’utilizzo di colliri “sbiancanti” da banco dovrebbe essere molto limitato nel tempo, per evitare di spegnere erroneamente un’importante spia di allarme del nostro corpo.