OCULISTA PEDIATRICO

visita oculistica pediatricaIl Centro Oculistico Bresciano, insieme con il dott. Andrea Russo, ha sempre avuto particolare attenzione e dedizione per i pazienti più piccoli. Specifici protocolli e test diagnostici sono infatti loro dedicati, coadiuvati da valutazioni ortottiche contestualmente alle valutazioni oculistiche ed all’assistenza di un’ortottista per i bambini strabici.

La visita oculistica pediatrica consente di diagnosticare e curare per tempo un gran numero di difetti visivi. Tantissime patologie oculari hanno infatti un ottimo esito se diagnosticate in tenera età.

QUANDO EFFETTUARE LA VISITA OCULISTICA PEDIATRICA?

Immediatamente in caso di mal di testa, strabismo, difficoltà nell’apprendimento, difficoltà nella coordinazione, capo inclinato, lacrimazione abbondante o purulenta, fotofobia (fastidio alla luce), malattie autoimmuni, occhi arrossati o dolenti.

Gli appuntamenti caldamente consigliati per una valutazione oculistica pediatrica in bambini sintomtici sono:

  • alla nascita: per escludere patologie congenite quali cataratta, glaucoma o malformazioni
  • a 3-4 anni: il bambino ha un’età sufficiente a collaborare come un piccolo adulto, ma è ancora abbastanza giovane per recuperare moltissimi difetti e problematiche visive
  • a 6 anni: il bambino in età scolare è bene che verifichi una corretta visione per evitare disturbi nell’apprendimento

IL RUOLO DEI GENITORIvalutazione ortottica

È di fondamentale importanza nella segnalazione delle problematiche sopra elencate, nonché nella corretta applicazione delle terapie suggerite. Il buon esito delle correzioni visive nei bambini è infatti affidato integralmente ai genitori. Tuttavia, non sempre i genitori possono accorgersi della anomala vista nei bambini: la realtà dei bambini è diversa da quella degli adulti ed è solitamente limitata a tutto ciò che è a loro portata di mano. Un genitore difficilmente percepisce difficoltà visive nel mondo del bambino.

IN COSA CONSISTE LA VISITA PEDIATRICA?

La visita oculistica pediatrica mira a riconoscere difetti visivi ed anatomici del bambino che, se trattati per tempo, possono quindi attenuarsi o scomparire del tutto. Il particolare viene valutata l’acuità visita, la motilità oculare estrinseca degli occhi, la quantità di stereopsi, il perfetto allineamento degli occhi, la trasparenza dei mezzi diottrici e la retina del bambino, compreso il nervo ottico.

Uno scrupoloso esame delle strutture esterne dell’occhio viene effettuato a forte ingrandimento (palpebre ed annessi, congiuntiva, cornea, iride, pupilla, valutazione dello spazio tra cornea ed iride tecnicamente chiamato camera anteriore che può essere sede di fatti infiammatori nell’artrite reumatoide giovanile), mediante l’utilizzo del biomicroscopio.

CONTROLLO DELLA MIOPIAoculista bambini brescia

Uno dei grandi vantaggi della diagnosi in tempi precoci della miopia è la possibilità di rallentarne notevolmente l’evoluzione, tipica della giovinezza ed adolescenza, mediante applicazioni di appositi colliri o lenti a contatto. Infatti, avere in età adulta una miopia elevata preidispone (oltre che all’utilizzo di lenti spesse ed inestetiche) a patologie oculari gravi tra cui: glaucoma, maculopatie, distacchi di retina e cataratta precoce.

BAMBINI NEONATI

Come accennato precedentemente, anche (e specialmente!) i neonati devono essere sottoposti a visita oculistica pediatrica. Tale screening viene infatti sempre più raramente effettuato in ospedale alla nascita ma è di importanza fondamentale, in particolare nei bambini nati prematuri.