Intervista al dott. Andrea Russo

 

Il 27 luglio ricorreranno i 20 anni dall’approvazione FDA della LASIK, definendo un’importante pietra miliare nel trattamento e nella correzione dei difetti visivi.

Dott. Russo, innanzitutto, ci spieghi che cos’è la LASIK?

La LASIK è la procedura chirurgica laser che consente di correggere i difetti visivi oculari, quali miopia, ipermetropia, astigmatismo e, talvolta, anche presbiopia. È una procedura estremamente veloce, della durata di qualche minuto, che consente un pieno recupero visivo già nel giro di poche ore.

Dott. Russo, quanti occhi sono stati trattati con tale tecnica?

Dalla sua introduzione, la LASIK ha ormai curato oltre 40 milioni di occhi in tutto il mondo diventando la procedura chirurgia più studiata e descritta nella storia della medicina, oltre che la più sicura come è stato recentemente dichiarato dall’American Academy of Ophthalmology.

Immagino sia una procedura altamente tecnologica, può spiegarci meglio i dettagli?

Assolutamente, incorpora alcune delle tecnologie di imaging mediche più precise che esistano. Alcune di esse derivano dalla NASA, come lo studio delle aberrazioni ottiche utilizzato nei telescopi spaziali, oppure dal campo militare, come il sistema di eye-tracking che compensa in tempo reale gli eventuali movimenti dell’occhio. Rispetto ai primi trattamenti laser effettuati negli anni Novanta e Duemila è cambiato molto, anzi moltissimo. Sarebbe un po’ come paragonare i telefoni cellulari dell’epoca con quelli di oggi: è un mondo completamente diverso. In particolare, la LASIK moderna si avvale dei due strumenti più precisi di tutta la medicina: il laser a femtosecondi ed il laser ad eccimeri. Il primo ha una precisione nell’ordine di pochi micron e serve per la creazione del flap corneale, mentre il secondo ha una precisione di un quarto di micron e serve per la correzione vera e propria del difetto visivo, andando a rimodellare la cornea.

Quali sono i principali benefici che porta ai pazienti?

Innumerevoli. Innanzitutto consente di migliorare la propria qualità di vita, oltre che di vista. Questa è infatti spesso migliore di quella ottenibile con gli occhiali, con ripercussioni positive sui propri hobby sportivi e non solo. Inoltre, i pazienti si sottopongono a correzione LASIK per potere accedere a selezioni pubbliche o private che richiedano una buona vista: ad esempio nell’Arma, nell’aviazione o nelle ferrovie. Inoltre, come piace calcolare agli americani, la LASIK comporta, nel medio-lungo termine, un notevole risparmio economico rispetto all’acquisto di occhiali e lenti a contatto.

È una procedura sicura? Quanti interventi effettuate?

Come dicevamo prima, è la procedura chirurgica elettiva più sicura di tutta la medicina. Inoltre, un altro aspetto che mi piace sottolineare, è la sicurezza intrinseca che tale procedura fornisce ai pazienti: potere vedere appena svegli, al mare, sotto la doccia oppure in caso di necessità aumenta notevolmente il proprio livello di sicurezza, come mi riferiscono i pazienti.

La nostra clinica è una delle più produttive di tutta Italia, operiamo infatti ben oltre 1000 occhi l’anno.

Un’ultima domanda. Si dice spesso che i dottori e gli oculisti portino gli occhiali, come mai?

Questo è un vecchio mito! Anzi, la categoria oculistica e medica è proprio una di quelle maggiormente sottoposte a correzione laser della vista. Lo dimostrano numericamente alcuni studi pubblicati sulle riviste del settore, nonché la mia personale esperienza. I medici sono una delle categorie che maggiormente operiamo nella nostra clinica. Inoltre, abbiamo già operato ben 5 membri del personale della clinica stessa.