PARTNER ZEISS

INVESTIMENTI VERSO IL FUTURO

Intervista al dott. Andrea Russo, di ritorno dal quarter generale Zeiss in California.

L’Oculistica è probabilmente la branca della Medicina che, più di tutte, ha conosciuto enormi progressi negli ultimi tempi. Ne parliamo con il dottor Andrea Russo, fondatore del Centro Oculistico Bresciano dell’Istituto Chirurgico Palazzo Manzoni.

Com’è cambiata l’oculistica moderna con la tecnologia?

Paragonare un intervento di oggi con quelli di 10 o 20 anni fa è come paragonare un moderno smartphone con i primi cellulari: è cambiato tutto – sorride il dottor Russo. La moderna tecnologia dei materiali ed informatica, abbinata a sensori e macchine sempre più potenti, ci consente di fornire una visione eccellente ai nostri pazienti per ogni fascia d’età. È un’epoca veramente entusiasmante per l’oculistica moderna.

Ci racconta in cosa consistono i nuovi investimenti?

Il nostro Centro è da sempre stato equipaggiato della migliore tecnologa laser. Come conferma la letteratura scientifica a riguardo, oggigiorno, tale tecnologia è rappresentata dalla Zeiss, azienda leader mondiale nel settore. È per questo che abbiamo sentito la necessità di rinnovarci ulteriormente, compiendo importanti investimenti in questa direzione. Siglando una partnership con Zeiss per la nostra strumentazione, diventiamo tra i pochi in Italia e nel mondo dotati di tale tecnologia. Questo ci consente l’esecuzione di interventi sempre meno invasivi, e quindi più sicuri per l’occhio, come la SMILE o la correzione laser della presbiopia.

Quali sono i vantaggi rispetto al passato?

Se fino a poco tempo fa era necessario creare un’apertura sull’occhio, seppur con il laser, per la correzione dei difetti visivi, ora la correzione avviene integralmente mediante laser all’interno dell’occhio. Ciò si traduce nell’utilizzo di un solo laser anziché due e, soprattutto, in un enorme rispetto dell’integrità delle strutture oculari. Inoltre, è possibile affrontare la correzione della presbiopia mediante laser anziché con la sostituzione del cristallino.

Quali saranno i prossimi passi? Avete già in animo nuovi investimenti?

Certamente. Nella pipeline è già in fase di sviluppo un sistema di integrazione automatico dati sui quali elaborerà l’intelligenza artificiale. Al momento è ancora in fase embrionale, ma sono recentemente stato a Seoul dove ho visto già in azione realtà del genere con inimmaginabili vantaggi su tutta la nostra pratica clinica. Il completamento di tale progetto avverrà nei prossimi 1-2 anni.

Questo aiuterà a ridurre la soggezione psicologica nei confronti degli interventi agli occhi?

Il timore è normale e doveroso nei confronti di qualsiasi intervento. Tuttavia, mi piace ricordare a riguardo come gli oculisti si sottopongano a correzione laser della vista molto più frequentemente della media e come i sondaggi mostrino nei pazienti operati che la correzione del proprio difetto visivo sia nella top 5 degli eventi della loro vita. Insieme al matrimonio ed alla nascita dei figli.

Correggere la Presbiopia con il laser Zeiss

Esistono vari modi per correggere la presbiopia. Uno di quelli maggiormente diffusi è la sostituzione del cristallino nei pazienti oltre i 50-60 anni. Si tratta, tuttavia, di un intervento piuttosto invasivo che comporta l’irreversibile sostituzione di una lente all’interno dell’occhio. Con la moderna tecnologia Zeiss è invece possibile correggere la presbiopia, ossia la difficoltà nella visione da vicino, direttamente con il laser. Il trattamento, della durata di pochi minuti, non richiede l’accesso all’interno dell’occhio ed alla sala operatoria, ma agisce direttamente sulla cornea, ovvero la parte più superficiale dell’occhio. Tale procedura, molto meno invasiva e totalmente indolore, consente una ripresa visiva nel giro di poche ore ed ha inoltre l’enorme vantaggio di potere essere reversibile. Siamo molto orgogliosi di potere offrire ai nostri pazienti questo tipo di tecnologia, disponibile in pochi centri in Italia e nel mondo.