Correggere la presbiopia con il laser Zeiss

Grazie alla tecnologia di ultima generazione del laser Zeiss, la presbiopia può essere corretta con il laser anche in pazienti oltre i 50-60 anni. Il trattamento, della durata di pochi minuti, non richiede l’accesso all’interno dell’occhio ed alla sala operatoria, ma agisce direttamente sulla cornea, ovvero la parte più superficiale dell’occhio.

Tale procedura, molto meno invasiva e totalmente indolore, consente una ripresa visiva nel giro di poche ore.

Come si corregge la presbiopia in pochi minuti

Che cos'è il laser Zeiss?

Zeiss è leader mondiale nel settore della progettazione e dello sviluppo di dispositivi medici che realizza e offre tecnologie innovative e soluzioni orientate alle applicazioni per l’oftalmologia e la microchirurgia.

«Il nostro Centro è da sempre stato equipaggiato della migliore tecnologia laser. Come conferma la letteratura scientifica a riguardo, oggigiorno, tale tecnologia è rappresentata dalla Zeiss, azienda leader mondiale nel settore. È per questo che abbiamo sentito la necessità di rinnovarci ulteriormente, compiendo importanti investimenti in questa direzione».

Dott. Andrea Russo

Siglando una partnership con Zeiss per la propria strumentazione, il Centro Oculistico Bresciano è diventato una delle poche cliniche in Italia e nel mondo a disporre di questa tecnologia.

Altri metodi di correzione

La presbiopia può essere corretta anche in altri modi oltre al laser, il più diffuso resta, nei pazienti oltre i 50-60 anni, la sostituzione del cristallino. L’intervento prevede l’inserimento di una lente artificiale al posto del cristallino naturale e permette in questo modo di correggere tutti i difetti visivi. Pur essendo un intervento sicuro, resta un intervento più invasivo, dato che comporta l’irreversibile sostituzione di una lente all’interno dell’occhio.

menu
CONTATTACI